Fonte: https://www.change.org/p/al-governo-italiano-in-carica-revoca-della-licenza-alla-banca-d-italia-mozione-urgente/u/23393410

A: BCE, Sig. Francesco MAZZAFERRO, Capo della segreteria

CC: ATTN President Mario DRAGHI

Firenze, 6 agosto 2018

Egregio Sig. Francesco MAZZAFERRO,

Le scrivo per porgere alcune domande avvalendomi della Decisione BCE/2004/3.

  1. Premessa:

    la BCE crea moneta euro a corso legale con decisioni autonome di politica monetaria. La BCE non pubblica annualmente il Rendiconto Finanziario e non divulga l’entità delle linee di credito in essere con le controparti. La BCE pubblica regolarmente la misura statistica di M1 dove sono sommate le monete metalliche in euro, le banconote in euro e i depositi a vista (“overnight”) in euro. Le banche commerciali creano euro bancario tramite la creazione dei depositi per coprire le necessità degli impieghi (prestiti, acquisti, pagamento fornitori, etc.), questa moneta è classificata come “MONETA SCRITTURALE CON VALORE LEGALE” dalla Banca d’Italia [1] ma non risulta registrata nelle entrate dei flussi di cassa delle banche all’atto della creazione, violando il dettato delle norme IAS-IFRS in merito alla registrazione dei flussi di cassa (IAS 7 e “self-dealing”) né ne risulta disciplinata la creazione dall’ordinamento giuridico (è disciplinata solo l’emissione di moneta elettronica contro fondi vincolati per evitare il double-spending). Il risultato di queste pratiche è che non è possibile conoscere e discernere con precisione la quantità di moneta creata dalla singola banca e non è quindi possibile calcolarne i profitti da creazione poiché tale quantità non è contabilizzata nel Rendiconto finanziario e nel Conto Economico delle dette banche commerciali. Infatti, nello Stato patrimoniale, la creazione di capitale netto viene indicata solo come passività nei confronti della clientela sotto la rubrica “debiti verso clientela”, come se la moneta bancaria non esistesse sotto forma di capitale fornito alla clientela ma apparisse magicamente contabilizzata solo sotto forma di interessi in altre voci del bilancio. Similmente nel bilancio della banca centrale le banconote – e solo quelle – appaiono solo come passività “banconote in circolazione” come se non rappresentassero un mezzo finale di pagamento in moneta a corso legale ma simulando l’essenza di un “pagherò”. Anche le banconote, come controvalore, non risultano come entrata nei flussi di cassa alla loro creazione ed emissione.

  2. A maggio 2018 è apparso sul sito della Banca Mondiale un documento a firma Bossone-Costa che evidenzia che, in regime di corso legale, la moneta non rappresenta una passività ma piuttosto un capitale, mettendo così in dubbio l’attuale metodologia di tenuta dei libri contabili. Vedi:

    The “accounting view” of money: money as equity (Part I)

    http://blogs.worldbank.org/allaboutfinance/node/916

    The “accounting view” of money: money as equity (Part II)

    http://blogs.worldbank.org/allaboutfinance/node/917

    The “accounting view” of money: money as equity (Part III)

    http://blogs.worldbank.org/allaboutfinance/node/918

  3. Precedentemente nel 2014 era apparso un testo dove si metteva in evidenza l’assurdità della tenuta attuale dei flussi di cassa delle banche che, per la maggior parte dell’esercizio, sono negativi e che quindi darebbero una percezione di continua insolvenza del sistema bancario:

    Cash Flow Accounting in Banks— A study of practice, Ásgeir B. Torfason, University of Gothenburg, 2014

    https://gupea.ub.gu.se/handle/2077/35272

  4. Ho segnalato in precedenza la situazione alla BCE con una email nel 2016: “Un po’ di Bibliografia utile per il Dott. Rostagno, Responsabile delle politiche monetarie della BCE

    https://scenarieconomici.it/un-po-di-bibliografia-utile-per-il-dott-rostagno-responsabile-delle-politiche-monetarie-della-bce-di-marco-saba/

  5. Domande:

    A – La BCE è l’organo idoneo in grado di segnalare queste anomalie e di porvi rimedio imponendo la registrazione nei flussi di cassa del denaro creato dalle banche commerciali? (Per l’Italia si tratta di 1.800 miliardi di impieghi all’anno, una cifra paragonabile al PIL);

    B – La BCE ha chiaro il quadro di sfiducia complessiva nel sistema che deriverebbe da una vasta presa di coscienza da parte del pubblico delle irregolarità contabili senza che nel frattempo la BCE abbia preso alcuna misura idonea o azione tempestiva in merito o che le società di revisione contabile e gli organi di controllo non abbiano mai segnalato alcunché in merito nelle loro relazioni di auditing ? (In poche parole, ritengo che questa problematica debba avere la precedenza su ogni altra considerazione in merito alla stabilità e resilienza del sistema bancario nella UE, se non a livello globale.);

    C – Esistono nella BCE figure professionali in grado di capire e recepire quanto indicato sopra e sono forse state già fatte delle previsioni di scenario del caso peggiore ? (Questa domanda non è peregrina o una semplice provocazione, poiché la BRI – ad esempio – attraverso le misure di Basilea 1, 2 e 3, ha dato chiaro segno di non aver compreso affatto la natura della moneta bancaria mentre le recenti dichiarazioni in merito alla necessità di “ricapitalizzazione precauzionale” effettuate dalla stessa BCE dimostrano la completa mancanza di focus sul fatto che, per creare “moneta scritturale con valore legale” dal nulla, non è necessario alcun preventivo “capitale”, ma solo una “licenza” da parte della banca centrale. La stessa Banca Centrale, d’altronde, dimostra di poter creare moneta a corso legale ed elettronica senza necessità di procurarsi capitali altrove);

    – Non pensa la BCE che sarebbe opportuna la dichiarazione contabile della creazione di nuova moneta anche al fine di ottenere i seguenti risultati e benefici, ovvero, la messa in sicurezza del sistema bancario attraverso l’emersione dei veri profitti derivanti dall’attività di creazione monetaria; la messa in sicurezza degli stessi bilanci degli stati UE poiché, una volta emersi i profitti e registrati nel calcolo del PIL, lo stesso PIL raddoppierebbe e si dimezzerebbe il rapporto attuale debito-PIL; la messa in sicurezza dell’immagine del sistema bancario ed il recupero della fiducia da parte di un pubblico sempre piu’ scettico verso il sistema ufficiale come dimostrato dalla progressiva diffusione di sistemi alternativi quali le criptovalute ?

    E – In alternativa, non sarebbe il caso di monopolizzare a livello di banca centrale la creazione di euro digitali (CBDC) per poi prestarli alle banche facendole diventare effettivamente degli intermediari ? (ovviamente contabilizzandone correttamente la creazione come entrata di cassa in BCE in modo da essere responsabili rispetto alla generazione del relativo signoraggio);

  6. Responsabilità:

    individuo i soggetti responsabili di questa situazione anomala principalmente negli organi di vigilanza e direzione del sistema bancario e nelle società di revisione (auditing) a cui chiedo di inoltrare la presente e le eventuali risposte ed indicazioni operative che fornirete.

  7. Stakeholders:

    gli interessati ai benefici risultanti dalla doverosa rettifica contabile (ovvero, riassumendo, l’inserimento nelle entrate dei flussi di cassa della moneta creata DE NOVO e le scritture contabili relative) sono gli stessi azionisti delle banche, i dipendenti ed il management della banca (per le eventuali conseguenze penali in caso di “do-nothing”), la clientela, il pubblico, ma anche l’accademia economica ancora impegnata ad insegnare una dottrina fantasiosa e fuorviante sulle attività bancarie prospettando, agli studenti, che le banche siano semplici intermediari.

Cordiali saluti,

Marco Saba

Contabile forense

c/o Studio Legale Orlandi – 28, Via Alfieri Vittorio – Firenze – ITALIA

Note:

[1] – “Solo alle banche e agli altri intermediari abilitati alla prestazione di servizi di pagamento – che sono sottoposti per legge alla vigilanza della Banca d’Italia – è consentito prestare questo tipo di servizi utilizzando moneta scritturale con valore legale.” – Qui: https://www.bancaditalia.it/servizi-cittadino/cultura-finanziaria/informazioni-base/moneta-legale-scritturale/index.html

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: