Risposta di Bankitalia all’interrogazione sulla proposta di tassare la creazione monetaria al parlamento del Cantone di Ginevra

img_20170202_154833Scrive Multicentrum in una mail:

Bankitalia Spa interrogata  dall’on Alessio Villarosa,  ha ammesso, nero su bianco,  che i depositi delle banche commerciali italiane non sono veri, ma creati dalle banche stesse con un clic. Bankitalia Spa ha infatti scritto ” circa la possibile introduzione di una nuova imposta sulla CREAZIONE DEI DEPOSITI ” . 

Bankitalia Spa ha in sostanza ammesso che le banche commerciali italiane, dal 1992 ,  quando concedono un mutuo,   sono state costrette dagli hedge fund  che le controllano, a digitare  l’importo del mutuo  sul conto corrente del cliente facendo figurare contabilmente  tale accredito sul cc,  come se il cliente avesse fatto questo deposito prendendo invece i soldi da casa sua . 

Nel bilancio delle banche commerciali italiani dal 1992 , la voce “Crediti verso la clientela” corrisponde inspiegabilmente come importo alla voce “Debiti verso la clientela” . Quando  il mutuatario paga le rate, per effetto di questa iniziale scrittura Crediti verso la clientela a Debiti verso la clientela” in pari data e di pari importo ad ogni mutuo concesso, le quote capitali non trovano più collocazione nel bilancio della banca . Dove vanno a finire ? 

 

Bankitalia Spa ha anche scritto nero su bianco che la creazione con un clic dell’importo dei prestiti rappresenta l’ 85% della moneta in circolazione essendo invece quella stampata dalle banche centrali circa il 15% . 

Ci si chiede se Bankitalia Spa , i cui azionisti dal 1992, sono le banche commerciali che ora sappiamo controllate in modo occulto da una decina di hedge fund anglo americani e caucasici , è al corrente che in Italia le banche commerciali risultano iscritte dal 1992 soltanto ad un Albo degli intermediari del credito , non anche anche anche ad un Albo dei creatori del denaro .

Questa attività, in atto dal 1992,  pertanto illegittima di creazione dei depositi con un clic, depositi che poi devono essere restituiti dai mutuatari,  costituisce un ricavo per la banca commerciale , ma poiche le banche commerciali italiane  sono state dal 1992 , dagli hedge fund che le controllano,  costrette contabilmente a non far comparire in bilancio le quote capitali incassate quando il mutuatario restituisce le rate,-  costituisce in realtà un ricavo realizzato dagli hedge fund che andrebbe tassato pertanto in capo agli hedge fund, NON in capo alle banche commerciali italiane.  

 Andrebbe tassato ossia in capo all’imprenditore occulto andrebbero ossia tassati quella decina di hedge fund stranieri (Vanguard , State Street, Fidelity, Black Rock , Blackstone, Northern Trust,  T-Rowe price , Jp Morgan Trust , Bnp Paribas Trust,….) che  è stato rilevato controllano il 98% del flottante delle banche commerciali italiane ; flottante che costituisce mediamente l’85% del capitale delle banche commerciali italiane quotate in borsa..Tali hedge fund risultano infatti essere  i deleganti di persone fisiche in realtà avvocati delegati dello studio Trevisan di Milano 

Tassando gli hedge fund stranieri , ossia l’imprenditori occulto , e non le banche commerciali italiane , nessun costo aggiuntivo deve essere ribaltato sui correntisti . 

Osservando la risposta di Bankitalia Spa, ci si chiede se Bankitalia Spa pensa di parlare ancora con qualche disinformato di inizio,  metà Seconda Repubblica. 

 Ogni possibile reato sopra ascritto e descritto è sempre inteso come ipotizzato rimettendo all’illustrissima S.V. la verifica della certezza dello stesso e la sua punizione.
3 febbraio 2017

Annunci

One Comment Add yours

  1. Orazio Fergnani ha detto:

    In pratica Bankitalia non risponde e come da norma ricatta intimorendo possibili ripercussioni…

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...