La bomba della verità che sta per esplodere: la rendicontazione dei flussi di cassa

Tradotto da N. Forcheri di un estratto di Cash Flow Accounting in Banks— A study of practice, Ásgeir B. Torfason, 2014  prelevato dal sito http://leconomistamascherato.blogspot.it/2016/01/the-truth-bomb-is-about-to-explode-cash.html

Urge comprendere che la moneta prestata non proviene dai clienti “speculatori” delle banche ma nasce dal nulla, cioè le banche nei loro prestiti creano il credito ex nihilo perché l’importo del mutuo viene semplicemente aggiunto sul conto del mutuatario immediatamente dopo la firma del contratto. Il mutuo è AGGIUNTO nel conto del mutuatario e non TRASFERITO da un quasiasi conto di cassa esistente! E questo è il punto: quando la banca crea nuova moneta, non ne rendiconta l’esistenza direttamente nei flussi di cassa in entrata come attivo nuovamente creato ma sul conto del mutuatario! In tal modo le banche fanno risultare sempre ciò che sarebbe di per sé un fatto impossibile ossia un SALDO NEGATIVO DI FLUSSO DI CASSA, senza che si verifichi una vera perdita!
Si tratta di un gioco illusionista di specchi…

Per ulteriori informazioni: Cash Flow Accounting in Banks— A study of practice, Ásgeir B. Torfason, 2014
https://www.scribd.com/doc/294880212/Cash-Flow-Accounting-in-Banks-A-study-of-practice

E: Werner, R.A., A lost century in economics: Three theories of banking and the conclusive evidence, International Review of Financial Analysis (2015) http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1057521915001477

Annunci

One Comment Add yours

  1. gcerrai ha detto:

    Condivido l’importanza di informare le persone sul fatto che le banche non fanno intermediazione ma creano moneta bancaria ogni volta che concedono un prestito.
    Ed è anche importante evidenziare che non sono soggette ad alcun vincolo di riserva a priori, come viene spesso erroneamente insegnato nei corsi di economia, ragion per cui il modello del moltiplicatore monetario non corrisponde alla realtà.
    Non capisco però l’appunto sul flusso di cassa. Quando una banca concede un prestito non modifica il flusso di cassa perché non trasferisce fondi a lei disponibili. La concessione del prestito crea moneta per il mutuatario e quindi anch’essa non modifica il flusso di cassa della banca.
    Nel bilancio della banca compare una passività, il deposito del mutuatario, ed una attività, il prestito concesso e relativi attesi interessi. Alla restituzione del prestito la moneta che era stata creata viene distrutta ed alla banca restano come profitto gli interessi pagati.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...