BANKITALIA: BINI SMAGHI SUCCESSORE DI DRAGHI? Diana Pugliese

Bini Smaghi candidato al posto di Draghi

Mercoledì 29 Ottobre 2008 – 13:15 – Diana Pugliese

Da giorni tra i corridoi dei Palazzi romani circola una voce, approdata ieri tra i Rumors del sito di “Affaritaliani”: Lorenzo Bini Smaghi, l’economista italiano che da giugno 2005 siede tra i tecnocrati della Bce, potrebbe prendere il posto di Mario Draghi alla guida di Palazzo Koch, defenestrando il successore di Antonio Fazio imposto nel 2005 dalla politica con la cancellazione della carica di governatore a vita. Il 52enne a capo di via Nazionale, per il giornale virtuale, sarebbe “la carta di riserva” del superministro dell’Economia Giulio Tremonti da usare “quando si sarà spezzato definitivamente il filo polemico che lega il Tesoro a Via Nazionale”. La tensione tra i due, in effetti, si era già percepita quando il numero uno di via XX settembre aveva imposto la Robin Tax, l’imposta sugli extraprofitti delle banche indigesta al governatore: “È pericoloso che i governi interferiscano sul mercato, ripristinando regole al sistema finanziario. A controllare tale sistema deve continuare a provvedere il Global Financial Stability Forum, di cui sono presidente”, aveva dichiarato. “Mettere il Forum di Draghi a guardia del sistema finanziario è come mettere i topi a guardia del formaggio”, aveva risposto Tremonti, sottolineando la necessità di contrastare la peste della speculazione. “Non è più tempo di mercati, dei mercanti, dei banchieri d’affari. È il tempo dei governi che debbono farsi carico della responsabilità che hanno”, aveva aggiunto.
Il diverso approccio tra i due era poi riemerso a Washington, dive Draghi aveva caldeggiato “un’azione congiunta” dei Grandi (i G7) e una maggiore cooperazione internazionale mentre Tremonti aveva posto l’accento sulla necessità di “estendere il G8 ad altri Paesi”, tenendo conto di Paesi emergenti che, come l’India e Cina, pesano oggi molto più sugli assetti economici mondiali.Sulla candidatura di Bini Smaghi – a ben vedere membro del comitato esecutivo di una Bce liberista, specchio della Grande finanza che ha causato la crisi finanziaria nonché sponda, con atti e ritardi, della speculazione – si starebbe già creando “una cornice di consenso”. Lunedì scorso, si legge su Affaritaliani, Tremonti ha partecipato a Milano – insieme ad un altro noto liberista: Mario Monti – alla presentazione de “Il paradosso dell’euro”, il libro scritto dall’economista fiorentino “per invocare un’Europa più forte che sappia disegnare le nuove regole dei mercati da far digerire – sia ben chiaro! – agli Usa”.
Con il placet del Cavaliere, il ministro starebbe insomma preparando “un clamoroso ribaltone”, peraltro “con la benevole benedizione del segretario di Stato del Vaticano, il cardinal Bertone”. Di fronte ai crescenti interventi pubblici nel settore bancario, evidentemente, Bini Smaghi appare agli occhi della Grande Finanza l’uomo giusto per ‘governare’ il passaggio e contenere i governi, riportando nelle mani della finanza (laica e non) o scettro: ha lavorato presso il Servizio studi di Bankitalia, si è laureato presso l’Université Catholique de Louvain ed è poi volato oltreoceano per master e Phd, passando anche per l’Fmi. Come ha dichiarato al “Sole24Ore”, oggi “la politica monetaria si è fatta globale” e, di fronte alla crisi, le banche centrali voglio mostrarsi unite, efficienti e rapide. Alla domanda se l’Eurotower è favorevole all’ingresso dello Stato nel settore creditizio, Bini Smaghi ha risposto: ora “è importante intervenire con la mano pubblica per dare stabilità al mercato bancario (…). Ma attenzione: non si deve ridurre il perimetro operativo dei singoli istituti di credito o addirittura smembrare le grandi banche per rinazionalizzarne le varie componenti, vedi il caso Fortis”. L’impressione, dunque, è che se l’indiscrezione si rivelerà vera, i cittadini passeranno dalla padella alla brace…
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...