PILLOLE: VICENZA [Presidio permanente NodalMolin]

Ruspe in azione
[22/10/2008]
Prime demolizioni all’interno del Dal Molin; tra ieri e oggi due piccole palazzine sono state abbattute, come raccontato da molti testimoni oculari che hanno visto le ruspe in azione e alcuni camion carichi di detriti uscire dall’area in cui gli statunitensi vorrebbero realizzare la nuova base militare.

«All’interno dell’aeroporto Dal Molin – si sono affrettati a comunicare i generali di stanza alla Ederle – è in corso soltanto la bonifica» smentendo, inoltre, la demolizione di due palazzine; un fatto, quest’ultimo, confermato invece dalle macerie presenti. Anche il Sindaco Variati ha ridimensionato la vicenda, dichiarando che «sentito il Comando della Ederle, posso dire che al Dal Molin stanno proseguendo solo ed esclusivamente le già annunciate attività di bonifica. La bonifica ambientale per la rimozione delle vecchie cisterne sotterranee – ha aggiunto Variati – può comportare, in alcuni casi, la demolizione di piccoli manufatti o prefabbricati sovrastanti».Ma è evidente che gli statunitensi confermano la strategia con la quale, da molti anni, stanno gestendo la vicenda Dal Molin. Il silenzio e il segreto sono le armi messe in campo dagli strateghi dell’esercito a stelle e strisce fin dai primi giorni, quando l’amministrazione statunitense trattava in segreto la cessione dell’area col governo romano; tanto è vero che, a oggi, i militari non hanno ancora reso pubblico un progetto definitivo che i cittadini possano vagliare e spulciare. Del resto è singolare che, per una bonifica, sia necessario demolire delle palazzine. La vicenda, insomma, lascia qualcosa in più di un sospetto: che gli statunitensi, preso atto della popolarità dell’opposizione alla loro nuova base militare, abbiano voluto tentare il colpo ad effetto, demolendo di nascosto le strutture presenti all’interno del Dal Molin per poi mettere la città davanti al fatto compiuto? E come mai la polizia filma i giornalisti accorsi a documentare quanto avviene all’interno dell’area e, contemporaneamente, le ruspe spengono i motori?

Venerdì pomeriggio, alle 16.30, andremo alla rotatoria di V.le Ferrarin per incrociare i tecnici e gli operai che, in questi giorni, stanno lavorando all’interno dell’aeroporto vicentino. Vogliamo chiedergli spiegazioni sulle loro attività, visto che nessuno si degna di informare la città; ma vogliamo anche guardarli negli occhi e chiedergli se hanno il coraggio di prendersi la responsabilità di demolire ciò che il 95% dei cittadini che hanno votato il 5 ottobre vorrebbero riutilizzare per scopi civili e sociali. Del resto chi guida una ruspa non è un marziano, ma una persona come noi: vogliamo chiedergli di diventare obiettore di coscienza e rifiutarsi di rendersi complice, con il proprio lavoro, della realizzazione della più grande base di guerra statunitense in Europa e della devastazione del territorio vicentino.

Pubblicato il 15/10/2008 da nodalmolin

Schneck fa elemosina

Il Presidente della Provincia, il leghista Schneck, riconosce che la nuova base statunitense al Dal Molin è dannosa per il territorio vicentino e rappresenta “un sacrificio per i cittadini” […]

Il Presidente della Provincia, il leghista Schneck, riconosce che la nuova base statunitense al Dal Molin è dannosa per il territorio vicentino e rappresenta “un sacrificio per i cittadini”.Ma, invece di difendere il territorio e la popolazione locale da questo sacrificio, come vorrebbe la tradizione della Lega Nord, Attilio Schneck fa l’elemosina a Roma, chiedendo le compensazioni per i danni prodotti dal progetto. Invece di evitare i danni, dunque, chiede che qualcuno compri il silenzio dell’istituzione provinciale vicentina. Altro che “paròni a casa nostra”, la Lega Nord di governo ha cambiato slogan: “svendiamo casa nostra”. Del resto gli esponenti del Carroccio sono già impegnati a difendere le poltrone romane; evidentemente, per raggiungere questo obiettivo, si può pagar qualunque dazio, purché sulle spalle dei cittadini.

Presidio Permanente, Vicenza, 15 ottobre 2008 http://www.nodalmolin.it/

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...